lunedì 1 dicembre 2014

anton krupicka e il mio ateismo

Maddoo sta cosa la volevo scrivere da sempre, e che poi non ho mai avuto il coraggio. E’ che quando l’ho visto il mio ateismo ha vacillato. Sì, the jesus runner e’ la fotocopia di gesu’ (sempre che gesu’ sia stato un antesignano degli hipster) o forse e’ anche gesu’ reincarnato nell’ultramaratoneta piu’ cool del secolo.  Lo vidi in prima linea ad una classica ammericana che prima dello start parlava ai suoi filistei. Il mondo lo stava aspettando e nel mondo dell’ultramaratona diventò il profeta. Poi adesso ha una bella sequela di apostoli pronti a tradirlo al primo bivio non balisato.  Sia chiaro.
Che poi non ce lo meniamo, anche se fosse figlio di mcdonad’s, e’ strafico lo stesso e vi spiego anche perche’.
Ha la barba che io non ho. A me non cresce o meglio mi cresce a buchi che e’ una cosa strana ma e’ cosi’. Se mi rado 30 volte al giorno per i prossimi 20 anni forse arrivero’ sui settanta con meta’ della sua folta barba. Al momento coltivo il mio glabro faccino speranzoso di diventare grande.
Ha i capellazzi lunghi, come cristo in croce. Io quando li ho fatti crescere sembravo il gemello senza soldi di Camoranesi a tratti inguardabile, che se poi ci butto un po’ di stempiatura dovuta all’eta’ sembravo un hippy fermo agli anni 70. Scoppiato.
Ha i lobi forati da vero piercing fans che ci puoi far passare un gel della Gu. Io non ho mai forato quella parte del corpo e a 16 anni ci pativo da matti. Che sia chiaro che il lobo stile rigatone non mi piace poi tanto, ma glielo faccio anche passare.
Ha le camice piu’ fighe della storia, io che sia chiaro che non butto via niente, le ho tenute in ricordo del grunge e di matt dillon in singles, peccato che non ci entro neanche se mi affetto in due.
Ascolta musica figa, ma qua la competizione e’ aperta e secondo me anche se e’ un hipster della nuova era, io sono piu’ vecchio e ho collezionato dischi piu’ di lui. Percui suka.
Ha i cappellini e i finti rayban colorati che vorrei tanto ma che mi sono stati vietati, percui soffro, soffro da morire.
Ricicla tutto ,scarpe pantaloncini bottiglie bombe a mano e tric e trac ed in piu’ dorme in macchina. In una station wagon. Io qua lo invidio da pazzi, e’ una storia che mi piace tantissimo da sempre e che mi porto dietro da quando sono nato. Anche con la skoda fabia familiare che ho non l’ho mai fatto ma giuro che prima o poi lo faccio. Porcozio lo giuro.
Minchia corre a torso nudo. Non dovrei aggiungere altro visto che quando ci provo io assomiglio ad un barbapapa’ mascherato, Lui e’ sua maesta’, ma la sua stiggeria (NDR dal genovese magrezza) e’ un mio punto cardine del lunedi’ mattina o meglio e’ il punto cardine dei propositi della domenica sera. Da domani mi metto a dieta. Percui suka 2.
Ma la cosa che mi drizza di piu’ e’ che ha i piedi piu’ massacrati della storia. Lui le unghie nere le fabbrica e ne e’ l’ideatore universale, in perfetto effetto dio. Senza unghienere o morte, sia chiaro.


In pratica e’ meglio di simon le bon, ma siccome i duran duran non sono nella bibbia, anton krupicka per me e’ gesu’, la carellata di immagini che trovate online e le poche qui sotto vi fara’ capire la vicinanza al regno dei cieli. Buon inizio settimana e che il rockandroll sia con voi. 
Amen

2 commenti:

  1. Che ne dici Pres: tessera onoraria #TerzoRistoro per lo zio Anton?

    RispondiElimina